dove siamo

DOVE SIAMO
Mercoledì, 23 Agosto 2017

Share This

Seguici

Gesù ha impresso il sigillo alla nostra relazione

Il corso Aquila e Priscilla - cammino settimanale di formazione per fidanzati proposto a Palermo dalla sede locale MGF - ha costituito per noi un capovolgimento totale della nostra visione sul cammino cristiano, sia individualmente sia, soprattutto, in quanto coppia di fidanzati. Prima dell’inizio di questa avventura, infatti, il nostro rapporto era  - e lo è tutt’ora - certamente basato sull’amore di Cristo, ma mancava ancora una consapevolezza più profonda su cosa potesse rappresentare il tempo del fidanzamento. Parole come “dialogo”, “ascolto reciproco”, “rapporto casto”, sembravano per noi superflue e associate a luoghi comuni, in special modo l’idea di purezza pre-matrimoniale. Il corso, d’altra parte, ha piano piano stravolto, senza forzature, come la goccia d’acqua erode pazientemente, nel tempo, la dura roccia, i nostri modi di vedere e soprattutto di vivere l’Amore di coppia come è gradito al Padre.

A questo riguardo, una tappa determinante del cammino intrapreso “sotto l’ombra” di Aquila e Priscilla, è stata quella vissuta al corso “Se ne prese cura”, tenutosi a Pergusa. Quei tre giorni hanno realmente manifestato in noi la presenza viva di Gesù nelle nostre vite e hanno impresso il sigillo alla nostra relazione. Per capire il significato di queste parole, bisogna fare qualche passo indietro nello spazio e nel tempo: chiesa di Santa Teresa d’Avila, Roma, sabato 25 marzo 2017. Quella mattina, passeggiando per le vie della “città eterna”, sentivamo, ciascuno in modo indipendente nel proprio cuore, il desiderio di entrare in una chiesa che appariva, ad un primo impatto, esteriormente anonima. Tuttavia, l’ingresso in quel luogo sacro stava per cambiare le nostre vite. Sulla navata sinistra, si apriva a noi la vista dell’altare dedicato a Santa Teresina del Bambin Gesù, figura particolarmente legata alla devozione delle nostre famiglie d’origine. Proseguendo nel percorso, sulla navata destra, un meraviglioso Crocifisso attirava la nostra attenzione; la bellezza di quello sguardo sofferente, ma dolce, sembrava volesse davvero comunicarci qualcosa di grande. Sicché, inginocchiati in preghiera davanti a quell’immagine di salvezza per chiedere al Signore di parlare ai nostri cuori, i nostri sguardi si rivolgevano verso un’esposizione fotografica allestita poco lontano dal Crocifisso. Immagini in bianco e nero accompagnate da cronistorie e didascalie, testimoniavano la vita di Ulisse e Lelia, coppia cristiana unita dal vincolo santo del matrimonio il 29 settembre 1930, proprio in quella chiesa. Leggendo tra le righe, i nostri cuori venivano colpiti da passi come: “… aperti alla vita hanno 5 figli…”, “… sono aperti alla fecondità, non solo verso i figli, ma anche nella carità verso il prossimo sia nella necessità materiale che spirituale...”, “I figli non li abbiamo per noi, ma per Dio… a Dio bisogna condurli”, “… la loro forza: la preghiera comune, l’Eucaristia e l’affidamento alla Vergine”. Subito i nostri sguardi si intendevano, riportando alla nostra mente il parallelismo con i santi Aquila e Priscilla e tutte le nozioni che avevamo appreso durante i consueti incontri settimanali a Palermo. Quella “Dio-incidenza”, così evidente ai nostri occhi in una chiesa a noi prima d’allora sconosciuta e visitata per una casualità, ci colmava di gioia e ci faceva provare una sensazione inspiegabile. In realtà, c’era poco di “inspiegabile”, poiché quelle emozioni, all’uscita dalla chiesa, venivano subito concretizzate nelle seguenti parole: “Claudio, devo dirti una cosa: voglio sposarti!”, a cui faceva seguito: “Si, decidiamo la data!”. E proprio quel giorno decidevamo di convolare a nozze il 25 giugno 2018.

 


GUARDA LE FOTO DEL CORSO "SE NE PRESE CURA" 2017


 

Il corso Aquila e Priscilla ha aperto i nostri occhi sull’importanza del fidanzamento, visto non più come un tempo “ordinario” da vivere prima del matrimonio, ma piuttosto come un periodo “straordinario” in cui prendersi cura l’uno dell’altro e coltivare l’amore sincero, facendo nostre le parole di S. Paolo:

«L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso.
L’amore non è mai presuntuoso o pieno di sé,
non è mai scortese o egoista,
non si offende e non porta rancore.
L’amore non prova soddisfazione per i peccati degli altri
ma si delizia della verità.
È sempre pronto a scusare, a dare fiducia,
a sperare e a resistere a qualsiasi tempesta.»

Claudio e Cristina

 

Per informazioni sul corso AQUILA E PRISCILLA rivolgersi alla sede MGF di Palermo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Articoli recenti

  Ritardando nell’esaudire, Dio fa sì che il nostro desiderio cresca, che l’oggetto della nostra preghiera si elevi.

  Lo specifico del cristianesimo è la speranza della resurrezione, la certezza che la morte non ha l’ultima parola sulle vicende degli uomini e della creazione intera.

  Gesù non è lontano e assente, si può sempre contare su di lui.

  La trasfigurazione è un alzare il velo su Gesù in modo che il discepolo conosca l’identità più autentica del suo Signore e lo segua con maggior consapevolezza.

  Ogni anno, dalle 12.00 dell’1 agosto alla mezzanotte del 2 agosto, in tutte le chiese francescane e in tutte le chiese cattedrali e parrocchiali si può ottenere l’indulgenza plenaria detta “Perdo...

More Articles

Articoli recenti


  Lo specifico del cristianesimo è la speranza della resurrezione, la certezza che la morte non ha l’ultima parola sulle vicende degli uomini ...
Leggi
Ogni anno i giovani francescani del Progetto Discepoli - adolescenti, giovani, giovani-adulti - si ritrovano insieme per una giornata di incontro, ...
Leggi
  Ogni anno, dalle 12.00 dell’1 agosto alla mezzanotte del 2 agosto, in tutte le chiese francescane e in tutte le chiese cattedrali e ...
Leggi
  Ritardando nell’esaudire, Dio fa sì che il nostro desiderio cresca, che l’oggetto della nostra preghiera si elevi. Dal Vangelo ...
Leggi
  Due coppie di sposi ci condividono l'esperienza vissuta al corso Nazareth e le grazie in esso ricevute dal Signore. Siamo Piera e ...
Leggi
  Nel confronto con l’esperienza spirituale del patriarca Giacobbe e grazie ai vari interventi e confronti che si sono succeduti, i ...
Leggi
  Chiara ci racconta la sua personale esperienza di Dio al corso Nuova Vita. Spesso quando provi a raccontare qualcosa che è accaduto ...
Leggi
  Presso Dio non vi è preferenza di persone e lo Spirito Santo, ministro generale dell’Ordine, si posa egualmente sul povero e il ...
Leggi
  Se aveste la possibilità di dire qualcosa ai vescovi, cosa direste? A queste domande molti dei ragazzi intervistati hanno risposto di no, ma ...
Leggi
  I partecipanti al primo corso Alpha Giovani di Enna hanno vissuto ieri una giornata di fraternità. Ecco le loro impressioni. I ...
Leggi
  Siamo tanto grati per gli strumenti che ci sono stati donati al corso "Se ne prese cura" che ci aiuteranno a vivere in profondità il tempo ...
Leggi
  Recita la corona francescana delle sette gioie per chiedere la potente intercessione della Madonna. Fin dall'inizio della loro storia i ...
Leggi

Mailing List

About us

MGF SICILIA
Convento S. Maria della Dayna
Salita San Francesco, snc
90035 Marineo (Pa) - Italy

 Tel/Fax: +39 091 8725133
Telegram: t.me/segreteria_mgfsicilia
E.mail: segreteria@mgfsicilia.org

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.