dove siamo

Top Panel
Mercoledì, 20 Marzo 2019

Share This

Seguici

Il potere della Confessione

Avete mai passato una smisurata quantità di tempo tirando su le tessere del domino solo per vederle crollare in una frazione del tempo che avete impiegato a sistemarle?

La prima volta che ho visto l’effetto domino in azione, da piccola, ricordo di aver pensato che fosse la cosa più bella che avessi mai visto. L’emozione di vedere le tessere cadere una dopo l’altra suscitava eccitazione ed era in un certo senso come una scossa di adrenalina! Ero così sorpresa che disponevo le tessere del domino solo per vederle cadere continuamente. Ma diciamocelo, dopo un po’ l’effetto domino può diventare vecchio. Il rapido crollo delle tessere provocato da una spinta è sicuramente simpatico da vedere, ma la confusione successiva che consiste nel fatto di avere tessere sparse ovunque sul pavimento da rialzare e risistemare in continuazione non è affatto divertente.

Quando visto alla luce della vita dell’animo umano, l’effetto domino ha molti parallelismi con la vita spirituale. Come la caduta di una tessera del domino fa cadere anche le altre, tutto ciò che facciamo nella nostra vita ha un effetto sulla nostra anima e su quella di chi ci circonda. Abbiamo la capacità di decidere se vogliamo che questo effetto sia positivo o negativo. In termini di vita spirituale,l’effetto domino può essere tradotto in due categorie: 1) l’effetto bontà, che si verifica quando scegliamo di condurre una vita di virtù e giustizia, o 2) l’effetto peccato, che si verifica quando scegliamo di condurre una vita di vizio e malvagità. È una scelta che facciamo giorno dopo giorno con la nostra mente, il nostro corpo e la nostra anima (cfr. Salmo 1).

Ovviamente alcuni possono affermare che condurre una vita di peccato può essere piacevole e soddisfacente, offrendo un senso di eccitazione, ma alla fine l’eccitazione offerta dal peccato è effimera, non dura. È temporanea, e quando la polvere si sedimenta, il nostro peccato ci lascia spezzati, caduti e in disordine. Presto saremo dispersi e caduti come le tessere del domino. La buona novella è che Gesù Cristo ama prendere e aggiustare chi è spezzato e caduto, è un amico dei peccatori. In Matteo 11,19, la Scrittura ci dice che Gesù era un “amico dei pubblicani e dei peccatori”, e in Marco 2,17, quando gli viene chiesto perché mangia e beve con l’esattore e il peccatore, risponde dicendo: “Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; non sono venuto per chiamare i giusti, ma i peccatori”. In Lui troviamo una grande speranza; Egli desidera stabilire un'amicizia con noi indipendentemente da quanto possiamo essere peccatori. Laddove abbonda il peccato, abbonda una grazia ancor maggiore. Egli è l'Emmanuele, il Dio che viene a incontrarci là dove siamo (cfr. Matteo 1,23). È venuto per noi – spezzati, caduti e deboli – per offrirci nient’altro che una sincera amicizia con Lui.

Nella sua grande saggezza, Dio ci ha lasciato l’efficace sacramento della Confessione a cui possiamo accostarci per rinnovarci chiedendo umilmente il Suo perdono amorevole, ripristinando così la nostra amicizia con Lui. Dio sa che siamo esseri umani con molte debolezze, ma la buona novella è che Gesù ci aspetta sempre a braccia aperte con il suo amore e la sua misericordia nel sacramento della Confessione. Vuole perdonarci, redimerci e trasformarci nei santi che aveva in mente quando ci ha creati. Il sacramento della Confessione è dove andiamo a mostrare umilmente a Cristo che non possiamo riuscirci da soli e abbiamo costantemente bisogno del suo perdono e della sua grazia. Lì vuotiamo coraggiosamente i nostri cuori dei tanti peccati che ci portiamo dietro chiedendogli di unirli alla Sua Santa Croce spazzando via i nostri peccati e rendendoci sempre nuovi.

Vi rivolgo un invito; se sentite che la vostra amicizia con Cristo ha bisogno di essere restaurata, non abbiate paura di accostarvi al sacramento della Confessione per rinnovare la vostra amicizia con Lui. Dio ci chiama pazientemente a un’amicizia più profonda con Lui. Cristo è venuto per ripristinare la nostra amicizia con Dio, è venuto a darci una nuova vita e ad aiutarci a vivere una vita in abbondanza (cfr. Giovanni 10,10).

[AUTORE: Janisse Flores - FONTE: Aleteia.org]

 

GUARDA IL VIDEO

 

Articoli recenti

  San Giuseppe è “custode” perché sa ascoltare Dio, si lascia guidare dalla sua volontà, e proprio per questo è ancora più sensibile alle persone che gli sono affidate, sa leggere con realismo gli ...

   Se la prima domenica di Quaresima ci ha presentato Gesù a confronto con la tentazione, faccia a faccia con Satana nella solitudine del deserto, questa seconda domenica ci mostra Gesù che conosce...

  Inizia il tempo di Quaresima, un tempo di grazia da vivere da parte dei cristiani tutti insieme come occasione di conversione, di ritorno a Dio.

  Siamo discepoli di Gesù, che praticano il comandamento nuovo e definitivo dell’amore reciproco, non discepoli di un maestro spirituale che ci ha insegnato solo discipline e metodi per una vita mo...

  Camminare insieme comporta l’aiutarsi a vicenda, al fine di correggersi, perdonarsi e riconciliarsi a vicenda.

More Articles

Articoli recenti


   Se la prima domenica di Quaresima ci ha presentato Gesù a confronto con la tentazione, faccia a faccia con Satana nella solitudine del ...
Leggi
  San Giuseppe è “custode” perché sa ascoltare Dio, si lascia guidare dalla sua volontà, e proprio per questo è ancora più sensibile ...
Leggi
  L'esperienza capace di dare un nuovo orientamento alla tua vita. Un dono di Dio per tutti coloro che vogliono sperimentare il suo Amore e la ...
Leggi
  Due coppie di sposi ci condividono l'esperienza vissuta al corso Nazareth e le grazie in esso ricevute dal Signore. Siamo Piera e ...
Leggi
  Chiara ci racconta la sua personale esperienza di Dio al corso Nuova Vita. Spesso quando provi a raccontare qualcosa che è accaduto ...
Leggi
  Assisi per me ha gli occhi di Sibilla, di Alice, di Roberta, di Giusy, di Nunzia, di Gabriele, di Chiara... ha gli occhi di Cristo! «Dopo ...
Leggi
  Ringrazio Gesù perché in questa esperienza mi ha donato sguardi, abbracci, sorrisi, parole e tante persone su cui poter contare. Mi ha donato ...
Leggi
KERYGMA è...annunciare Gesù con il canto! La worship-band KERYGMA nasce nel 2015 con il nome di JUBand-MGFSicilia come costola del Gruppo ...
Leggi
  Nel confronto con l’esperienza spirituale del patriarca Giacobbe e grazie ai vari interventi e confronti che si sono succeduti, i ...
Leggi
  Ringrazio il Signore per non essersi arreso con me e per aver liberato il mio cuore dalla sua durezza. Quando si dice di sì alla sequela ...
Leggi
  Il discorso di Papa Francesco ai giovani che si sono riuniti a Roma per l'incontro presinodale. Cari giovani, buongiorno! Saluto tutti! ...
Leggi
  Una risposta di Dio alla disfunzione in cui è venuta a trovarsi la vita cristiana. Il Signore si è preoccupato, prima ancora della Chiesa, di ...
Leggi

Menu

Mailing List

About us

MGF SICILIA
Convento S. Maria della Dayna
Salita San Francesco, snc
90035 Marineo (Pa) - Italy

 Tel/Fax: +39 091 8725133
Telegram: t.me/segreteria_mgfsicilia
E.mail: segreteria@mgfsicilia.org

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.