dove siamo

DOVE SIAMO
Sabato, 16 Dicembre 2017

Chi siamo?

Il Movimento Giovanile Francescano di Sicilia (MGF-Sicilia) è una proposta per i giovani e tutti coloro che si dedicano alla loro educazione, animazione e formazione. Ne fanno parte giovani e adulti, laici e consacrati, che condividono la Spiritualità Francescana e accolgono la proposta formativa complessiva (progetti, sussidi, eventi, campi…) del Servizio Regionale per la Pastorale Giovanile e Vocazionale (SRPGV) dei Frati Minori Conventuali di Sicilia, responsabili e garanti del Movimento.

È perciò una realtà aperta a tutti i ragazzi e i giovani degli ambienti francescani e non, che si lasciano coinvolgere in un cammino di formazione umana e cristiana nello stile del poverello di Assisi.

I giovani dell’MGF-Sicilia, sullo stile di San Francesco e con l’aiuto degli assistenti locali e regionali, si rendono disponibili a realizzare un percorso di crescita umana e spirituale che passa attraverso le seguenti fasi che furono proprie anche del poverello di Assisi:

  • Il riconoscimento del progetto di Dio nella propria vita
  • Disponibilità a realizzarlo
  • Formazione qualificante i propri doni
  • Spirito francescano di accoglienza e collaborazione
  • Attenzione ai bisogni e alle necessità del territorio
  • Stile povero ma innovativo orientato alla Nuova Evangelizzazione.

Per realizzare praticamente questo percorso, viene proposto ai singoli giovani di rifondare la propria fede in Cristo Gesù Salvatore, eletto quale Re e Signore della propria vita, e quindi di operare, insieme con i propri assistenti (sacerdoti e religiosi), un serio discernimento della propria vocazione a partire dai doni di cui Dio li ha ricolmati e quindi adoperarsi per una approfondita formazione attraverso gli itinerari e le attività regionali per impegnarsi attivamente nella Chiesa e nel mondo come evangelizzatori con lo stile proprio del francescano.

In sintesi, il SRPGV si propone di aiutare i singoli giovani a discernere quale sia il proprio posto nella Chiesa e quale contributo poter dare perché abbia sempre un volto giovane e splendente. Tutto ciò affinché ogni giovane, secondo la propria vocazione, sia “operaio” valido ed entusiasta nella vigna del Signore.

 

Vuoi sapere cosa fanno praticamente i giovani MGF? Vai alla pagina TUTTO MGF.

 

 

 

FAQ (domande frequenti)

 

1. Cosa è un Movimento?

2. L'MGF è una Associazione?

3. Chi mi assicura la genuinità del carisma francescano dell'MGF?

4. Se non siete una Associazione, perché avete sussidi, organizzate eventi, ecc.

5. Per far parte dell'MGF devo lasciare il mio gruppo o la mia Associazione ecclesiale?

6. Non faccio parte di alcun gruppo, posso inserirmi lo stesso nell'MGF?

7. Cosa è il Progetto Discepoli?

8. Con le Porziuncole non portate via i giovani dai gruppi esistenti?

9. Per ora non voglio prendermi alcun impegno. Posso partecipare lo stesso alle proposte MGF?

10. Cosa mi consigliate per iniziare?

 
 

 

1. Cosa è un Movimento?

I Movimenti sono costituiti da coloro che - innestati nel grande e unico "movimento" della Chiesa verso la pienezza del Regno di Dio - vivono la loro esperienza cristiana, ecclesiale, missionaria... partecipando di un carisma particolare. Nel nostro caso, i giovani MGF vivono la loro vocazione-missione ecclesiale secondo il carisma di San Francesco d'Assisi.

- torna su -

 

 
 

 

2. L'MGF è una Associazione?

L'MGF non è una associazione, ma è costituita anche da giovani che appartengono a varie associazioni ecclesiali.
Per far parte di una Associazione occorre, infatti, l'accettazione di uno Statuto spirituale-organizzativo con un regolamento ben definito e una adesione formale ad essa (promessa, tesseramento, ecc.). Invece, di un Movimento che non sia anche Associazione - come l'MGF - chiunque ne può far parte, poiché quello che accomuna è la spiritualità, il carisma di riferimento.

- torna su -

  

 
 

 

3. Chi mi assicura la genuinità del carisma francescano dell'MGF?

L'MGF è legato al carisma dei Frati Minori Conventuali (Primo Ordine Francescano) e ne è l'espressione nell'ambito laicale giovanile. La Provincia di Sicilia, mediante alcuni frati preposti al SRPGV (Servizio Regionale per la Pastorale Giovanile e Vocazionale) assicura l'appartenenza e la fedeltà al carisma francescano.

- torna su -

 

 
 

 

4. Se non siete una Associazione, perché avete sussidi, organizzate eventi, ecc.?

Una spiritualità che non diventa vita vissuta, impegno concreto, che non trasforma l'individuo nella misura del Vangelo - secondo l'esempio e il carisma del fondatore - rimane solo un "pio ideale"... Perché, invece, questo avvenga, occorrono strumenti in grado di far maturare l'individuo, a livello di mente e di cuore, e di renderlo capace di operare nella Chiesa e nel mondo con competenza, qualità e con lo stile proprio del suo carisma di riferimento.
Così l'MGF propone sussidi, ritiri, progetti e attività, tesi a far sì che il carisma di San Francesco non rimanga relegato ad ottocento anni fa o semplicemente ai frati e alle suore francescane, ma diventi stile di vita anche nei giovani di oggi.

- torna su -

 

 
 

 

5. Per far parte dell'MGF devo lasciare il mio gruppo o la mia Associazione ecclesiale?

Per niente affatto! Il gruppo o l'associazione sono l'esperienza più concreta e "di base" della vitalità della Chiesa e del suo essere "comunione" e "fraternità".
L'appartenenza al Movimento ti fornisce lo "stile" di questa esperienza. Puoi farlo singolarmente o insieme a tutto il tuo gruppo già esistente.

- torna su -

 

 
 

 

6. Non faccio parte di alcun gruppo, posso inserirmi lo stesso nell'MGF?

Certamente, poiché il Movimento, innanzi tutto, ha come obiettivo la Nuova Evangelizzazione e la trasformazione dell'individuo, il suo stile di vita, la sua spiritualità.
Se poi testimonierai bene la tua appartenenza al carisma francescano, non mancherai di attrarre altri giovani a Cristo - come accadde con Francesco - e magari contribuirai a formare un gruppo MGF nella tua città.

- torna su -

  

 
 

 

7. Cosa è il Disciples Project?

Il Progetto Discepoli è il modo in cui il Movimento coopera nella Chiesa alla Nuova Evangelizzazione dei giovani. Esso ha l'obiettivo di annunciare Gesù Cristo a coloro che non lo conoscono ancora o lo conoscono "per sentito dire" o lo hanno abbandonato. Ma siccome non basta conoscere Cristo e dire di credere in Lui se poi non si vive secondo la sua Parola come discepoli e non lo si annuncia come suoi apostoli, il Progetto prevede percorsi di crescita nel discepolato di Cristo (le Porziuncole) e di formazione all'evangelizzazione (Scuola di Evangelizzazione).
“Ho tante volte ripetuto in questi anni l’appello della Nuova Evangelizzazione. Lo ribadisco ora, soprattutto per indicare che occorre riaccendere in noi lo slancio delle origini, lasciandoci pervadere dall’ardore della predicazione apostolica seguita alla Pentecoste. Dobbiamo rivivere in noi il sentimento infuocato di Paolo, il quale esclamava: “Guai a me se non predicassi il Vangelo” (I Cor 9,16). Questa passione non mancherà di suscitare nella Chiesa una nuova missionarietà, che non potrà essere demandata a una porzione di “specialisti”, ma dovrà coinvolgere la responsabilità di tutti i membri del Popolo di Dio. Chi ha incontrato veramente Cristo, non può tenerselo per sé, deve annunciarlo. Occorre un nuovo slancio apostolico che sia vissuto quale impegno quotidiano delle comunità e dei gruppi cristiani (GIOVANNI PAOLO II, Novo millennio ineunte, n. 40).

- torna su -

 

 
 

 

8. Con le Porziuncole non portate via i giovani dai gruppi esistenti?

Assolutamente no, poiché il cuore del Progetto Discepoli è l'annuncio kerygmatico di Gesù Cristo e, pertanto, si rivolge primariamente ai cosiddetti "lontani", a quanti, cioè, hanno abbandonato la vita ecclesiale, formativa e sacramentale oppure la vivono in maniera stanca, disordinata e/o individualistica.

In secondo luogo, il Progetto Discepoli forma, appunto, al discepolato evangelico, mettendo al centro Cristo, realmente presente nella Parola e nell'Eucaristia, in un clima di fraternità realizzata nella condivisione dell'opera di Dio in favore dell'uomo e nell'impegno ad una testimonianza assidua delle sue meraviglie. Il metodo del Progetto Discepoli per crescere nella sequela di Cristo alla scuola del Vangelo e dell'Eucaristia e per evangelizzare i lontani, colma alcune lacune tipiche di molti gruppi ecclesiali, ma non si pone come un'alternativa, poiché la piena formazione dottrinale e la vita ecclesiale si svolge sempre nelle comunità e nei gruppi locali, punto di arrivo di ogni vera evangelizzazione. Perciò i giovani del Progetto Discepoli, ognuno a suo tempo e modo, sono sollecitati ad inserirsi nelle proprie comunità locali per rinsaldare e vivere la fede ritrovata e per servirvi il Signore con i propri doni e carismi. Il Progetto Discepoli è solo un segmento di una vita ecclesiale piena e compiuta.

"La vera crisi della Chiesa nel mondo occidentale è una crisi di fede. Se non arriveremo ad un vero rinnovamento nella fede, tutta la riforma strutturale resterà inefficace.
Le persone alle quali manca l’esperienza della bontà di Dio, hanno bisogno di luoghi, dove possano parlare della loro nostalgia interiore. Qui siamo chiamati a cercare nuove vie dell’evangelizzazione. Una di queste vie potrebbe essere costituita dalle piccole comunità, dove si vivono amicizie, che sono approfondite nella frequente adorazione comunitaria di Dio. Qui ci sono persone che raccontano le loro piccole esperienze di fede nel posto di lavoro e nell’ambito della famiglia e dei conoscenti, testimoniando, in tal modo, una nuova vicinanza della Chiesa alla società. A quelle persone appare poi in modo sempre più chiaro che tutti hanno bisogno di questo cibo dell’amore, dell’amicizia concreta l’uno con l’altro e con il Signore. Resta importane il collegamento con la linfa vitale dell’Eucaristia, perché senza Cristo non possiamo far nulla (cfr Gv 15,5)
"

(BENEDETTO XVI, Discorso al Consiglio del Comitato centrale dei cattolici tedeschi, 24 settembre 2011).

- torna su -

 

 
 

 

9. Per ora non voglio prendermi alcun impegno. Posso partecipare lo stesso alle proposte MGF?

L'MGF, non essendo una Associazione, apre le porte a tutti, perfino ai non credenti!, poiché il suo servizio è rivolto alla Chiesa e a tutti i giovani.

Secondo il carisma di San Francesco, infatti, riconosciamo ogni uomo come nostro fratello e perciò è il benvenuto tra noi. Questo, infatti, non ci impedisce di testimoniare Cristo Signore e Salvatore, di condividerlo con i nostri fratelli accomunati dalla medesima fede e di annunciarlo con gioia a chi ancora non lo ha accolto. Tante sono le attività aperte indistintamente a tutti, sia a livello regionale che locale.

- torna su -

 

 
 

 

10. Cosa mi consigliate per iniziare?

Non c'è di meglio che iniziare a conoscersi! Innanzi tutto gira per il sito web per scoprire quello che nella realtà il Movimento è e fa. Contemporaneamente iscriviti alla Mailing-list per ricevere mensilmente la Newsletter.

Poi, se vuoi e se puoi, chiedi di partecipare a qualche proposta regionale o anche nazionale. Noi ti consigliamo l'AdorAzione Giovani che mensilmente si tiene in ogni nostra sede, gli Incontri HD o il Corso Nuova Vita della nostra Scuola di Evangelizzazione o il Convegno Nazionale "Giovani verso Assisi" o, ancora, i Worship Concert, la Festa delle Porziuncole e tanto altro ancora, i cui si respira a pieni polmoni il carisma di San Francesco e se ne esce veramente trasformati dentro! Il resto verrà da sé e secondo quanto il Signore ti suggerirà...

- torna su -

 

 

 

 

Mailing List

About us

MGF SICILIA
Convento S. Maria della Dayna
Salita San Francesco, snc
90035 Marineo (Pa) - Italy

 Tel/Fax: +39 091 8725133
Telegram: t.me/segreteria_mgfsicilia
E.mail: segreteria@mgfsicilia.org

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.