Elia è già venuto

Gesù ogni giorno manda profeti e messaggeri per condurci all’incontro con lui.

Dal Vangelo secondo Matteo (17,10-13)

Mentre scendevano dal monte, i discepoli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elìa?».

Ed egli rispose: «Sì, verrà Elìa e ristabilirà ogni cosa. Ma io vi dico: Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo dovrà soffrire per opera loro».

Allora i discepoli compresero che egli parlava loro di Giovanni il Battista.

 

 

Gesù ogni giorno manda profeti e messaggeri per condurci all’incontro con lui. Non verranno dal deserto, né vestiranno pelli di cammello come il Battista, ma con l’essenzialità del loro modo di vivere e la loro coerente testimonianza di fede, ci indicheranno ciò che veramente conta nella vita. Non rifiutiamo il loro invito per non precluderci l’opportunità di conoscere Gesù personalmente.

Oggi ti preghiamo Signore di aiutarci a saperti riconoscere nel tuo passare, nei richiami della giornata, nel nostro lavoro, nei fratelli che ci metti accanto. Che il nostro cuore sia sensibile alla Tua Presenza. Facci comprendere cosa lo sta rendendo ancora duro, lontano, cieco e sordo ai tuoi appelli alla conversione!