Cercava di vederlo

Come Zaccheo, anche Erode “cercava di vedere” Gesù, ma il primo gli corse incontro, l’altro rimase fermo al “sentito dire”. Tu che stai facendo?

Dal Vangelo secondo Luca (9,7-9)

In quel tempo, il tetràrca Erode sentì parlare di tutti questi avvenimenti e non sapeva che cosa pensare, perché alcuni dicevano: «Giovanni è risorto dai morti», altri: «È apparso Elìa», e altri ancora: «È risorto uno degli antichi profeti».

Ma Erode diceva: «Giovanni, l’ho fatto decapitare io; chi è dunque costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.

 

 

Come Zaccheo, anche Erode “cercava di vedere” Gesù, ma il primo gli corse incontro, l’altro rimase fermo al “sentito dire”. Tu che stai facendo?

La fede nasce dall’incontro personale con Gesù che comporta un “uscire” da sé stessi. Non si può attendere che ci passi davanti alla televisione o sullo smartphone… comodamente seduti sul divano di casa nostra.

«Vi sembra questo il tempo di abitare tranquilli nelle vostre case ben coperte… Riflettete bene sul vostro comportamento! Avete seminato molto, ma avete raccolto poco; avete mangiato, ma non da togliervi la fame; avete bevuto, ma non fino a inebriarvi; vi siete vestiti, ma non vi siete riscaldati; l’operaio ha avuto il salario, ma per metterlo in un sacchetto forato» (cfr Ag 1,1-8).