Quanti pani avete?

Dio non cerca quantità, ma disponibilità.

Dal Vangelo secondo Matteo (15,29-37)

In quel tempo, Gesù giunse presso il mare di Galilea e, salito sul monte, lì si fermò. Attorno a lui si radunò molta folla, recando con sé zoppi, storpi, ciechi, sordi e molti altri malati; li deposero ai suoi piedi, ed egli li guarì, tanto che la folla era piena di stupore nel vedere i muti che parlavano, gli storpi guariti, gli zoppi che camminavano e i ciechi che vedevano. E lodava il Dio d’Israele.
Allora Gesù chiamò a sé i suoi discepoli e disse: «Sento compassione per la folla. Ormai da tre giorni stanno con me e non hanno da mangiare. Non voglio rimandarli digiuni, perché non vengano meno lungo il cammino». E i discepoli gli dissero: «Come possiamo trovare in un deserto tanti pani da sfamare una folla così grande?».
Gesù domandò loro: «Quanti pani avete?». Dissero: «Sette, e pochi pesciolini». Dopo aver ordinato alla folla di sedersi per terra, prese i sette pani e i pesci, rese grazie, li spezzò e li dava ai discepoli, e i discepoli alla folla.
Tutti mangiarono a sazietà. Portarono via i pezzi avanzati: sette sporte piene.

 

 

La folla che cerca Gesù porta con sé molti ammalati perché li guarisca. Li porta da Gesù per ascoltare una Parola di consolazione e di salvezza, per farli sentire amati. Non li ha nascosti dentro le case né li ha affidati a strutture specializzate: la folla vuole con sé i propri ammalati sapendo bene a chi rivolgersi.

Il cammino di preparazione incontro al Signore che viene lo vogliamo percorrere insieme ai tanti malati e scoraggiati, nel corpo e nello spirito, che conosciamo per condurli verso la guarigione interiore che solo Gesù può operare.

La nostra preghiera quotidiana, in queste dense settimane, si carichi di tutte le storie di sofferenza e solitudine che conosciamo per affidarle al Signore.

Il nostro poco e povero pane del tempo che abbiamo a disposizione, delle risorse ed energie personali, non ci scoraggi. Dio non cerca quantità, ma disponibilità.
Quanti pani hai? Gesù con il tuo poco può fare molto. Ma sei disposto a dargli tutto il poco che hai? Ti fidi di lui?