Esiste un metodo per parlare di Dio, della sua reale esistenza e quanto ciò possa essere rilevante per la vita di una persona? La risposta è sì e si chiama Alpha.

Esiste un metodo per parlare di Dio, della sua reale esistenza e quanto ciò possa essere rilevante per la vita di una persona? La risposta è sì e si chiama Alpha, come la prima lettera dell’alfabeto greco, quasi a voler evidenziare il fatto che le esperienze Alpha rappresentano una possibilità per poter sperimentare il primo incontro con Gesù da parte di atei, agnostici, dubbiosi, credenti non praticanti… fino ai praticanti non credenti. Alpha, infatti, introduce le persone alla fede cristiana, mediante l’annuncio kerygmatico della fede e lo fa in un modo divertente, in un ambiente accogliente senza esclusioni aprioristiche, e offrendo a tutti la possibilità di confrontarsi e dialogare sui temi della fede cristiana senza pregiudizio alcuno su ciò che si pensa e si crede.

Come Gesù che sedeva a mensa con i pubblicani e i peccatori e con essi dialogava liberamente su chi è e cosa fa il Padre, così i Corsi Alpha si caratterizzano come una serie di incontri settimanali, ognuno dei quali prevede una cena informale, una chiacchierata e una discussione svolta in piccoli gruppi. C’è la cena o un aperitivo, poi un insegnamento che investe un argomento relativo ai principi della fede cristiana, e poi una discussione su quanto si è ascoltato.

Di Corsi Alpha ne esistono di vari tipi: c’è il corso Alpha Base, aperto a tutti, non credenti, non battezzati, oppure a persone che vogliono riscoprire i principi della fede. Poi c’è Alpha Youth, per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, che ha la stessa struttura, ma che usa supporti video divertenti concepiti a misura dei giovani. Quindi c’è Alpha Student, per coloro che vanno all’università.

Essendo strutturato in questo modo Alpha si può seguire sia in parrocchia – all’interno dell’oratorio o in altre strutture parrocchiali -, oppure anche nei locali, nei pub, all’università. Insomma, in qualunque luogo ci sia la possibilità di condividere, ascoltare, magari anche di guardare un video.

Alpha lascia la gioia di riscoprirsi cristiani in chi si era intiepidito. Per i non credenti c’è la scoperta della gioia della comunità cristiana. C’è qualcuno che cambia vita dopo aver fatto il percorso di Alpha, perché capisce che nella vita c’è un senso e qualcosa da scoprire, che è l’annuncio di Gesù Cristo. Ci sono vari passaggi, dipende uno da dove parte. Ma l’impatto è sempre molto forte.

Il Movimento Giovanile Francescano, caratterizzato proprio dal ministero della Nuova Evangelizzazione, offrendo già da qualche anno i corsi Alpha nella declinazione dei Marriage Course per le coppie di sposi o di conviventi, ha ritenuto maturi i tempi per imbarcarsi nell’avventura dei corsi per i 14-18enni con gli Alpha Youth e in quelli per i giovani universitari con gli Alpha Student.

A questo scopo è stato organizzato Domenica 26 Giugno a Pergusa una giornata di Training a cui hanno partecipato un centinaio tra giovani delle Porziuncole locali e altre persone e giovani provenienti da altre realtà ecclesiali della regione.

Una giornata, iniziata con una esortazione alla gioia dell’evangelizzazione e la benedizione del Vescovo della Diocesi di Piazza Armerina Mons. Rosario Gisana, che ha permesso di poter conoscere approfonditamente la vision e la mission di Alpha e il metodo nei sui dettagli, grazie agli interventi di Gaetano Cammarata responsabile di Alpha Italia, Roberta Carta responsabile di Alpha Youth per l’Italia e soprattutto di Jonathan Westerkamp, proveniente da Rotterdam, responsabile di Alpha Youth per l’Europa.

Il fatto che il nostro Movimento utilizza già da tempo molti degli elementi che caratterizzano Alpha quali la convivialità, la cura dei particolari nell’accoglienza, la preghiera sul fratello, etc., ha permesso ai nostri giovani di recepire con entusiasmo e senza particolari difficoltà il metodo Alpha i cui corsi siamo sicuri saranno avviati già dal prossimo settembre in tante città dove siamo presenti senza precluderci ulteriori spazi di evangelizzazione nelle parrocchie, in altre città o nei campus universitari.

Mettere su un corso Alpha, infatti, non è particolarmente difficile e non esige che ci sia un nutrito Team o un numero elevato di partecipanti. Bastano un paio di giovani ben formati alla gestione dell’incontro, una pizza e anche solo un tablet per vedere un video insieme a quattro amici… e Alpha è servito! training

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *