DoCat, il nuovo progetto fortemente voluto da papa Francesco, è il compendio della dottrina sociale della Chiesa, la guida per l’impegno sociale del cristiano pensata per i giovani.

Dopo YouCat, il Catechismo della Chiesa Cattolica spiegato ai giovani voluto da Benedetto XVI, arriva DoCat, un nuovo progetto internazionale fortemente voluto da papa Francesco.

DoCat è il compendio della dottrina sociale della Chiesa, la guida per l’impegno sociale del cristiano pensata e realizzata per i giovani. Del libro scrive Papa Francesco nella Premessa: «Si tratta di una sorta di manuale che con l’aiuto del Vangelo ci aiuta a cambiare prima di tutto noi stessi, poi il nostro ambiente e alla fine il mondo intero. Infatti, con la forza del Vangelo possiamo davvero cambiare il mondo».

Per essere semplice e immediato, il libro si sviluppa con una struttura a domande e risposte; è arricchito da citazioni e sezioni antologiche, oltre che da indici tematici; è impreziosito da numerosi approfondimenti; è reso più bello e accattivante da illustrazioni e immagini a colori. I capitoli si concentrano sul ruolo dell’individuo nella Chiesa e nella società, sulle tematiche economiche e ambientali tanto care al Santo Padre, sulla questione delle migrazioni e della povertà, sul ruolo della famiglia nella comunità, sul senso dell’impegno civile in favore della pace e della giustizia ecc. Il tema centrale, però, è quello dell’immensa forza di un amore che può davvero cambiare le vite di tutti noi. I riferimenti sono ai più importanti documenti pontifici, dalla Rerum novarum di Leone XIII all’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, ma non mancano i riferimenti alla recentissima Amoris laetitia del pontefice.

Accanto al testo che sarà disponibile in Italia a partire dal prossimo mese di settembre, è invece già disponibile una App, scaricabile gratuitamente fino al 10 agosto, attualmente in inglese, tedesco e polacco, ma che sarà presto disponibile in altre dodici lingue, per passare all’azione e realizzare il “sogno” del Papa che almeno 1 milione di giovani si impegnino con lo stile del DoCat.

A presentarla alla Gmg è stato il cardinale Louis Tagle, arcivescovo di Manila, ricordando che “Papa Benedetto aveva cominciato con YouCat: ora, dopo quel dono, c’è bisogno non solo di conoscenza e di preghiera, ma anche di completare la fede con l’azione. È la cosa più importante, è questo che il Papa vuole dai giovani, e i giovani devono cominciare a rispondere a questo dono del Papa”.

Nel video di presentazione di DoCat (vedi in fondo alla pagina), Francesco definisce questo nuovo strumento “un manuale di conoscenze, un manuale di strada. C’è la parola di Gesù, la parola della Chiesa, di tanta gente”. Per questo, l’auspicio del Papa, c’è bisogno di “giovani che abbiano visioni, ma che siano capaci di prendere in mano i sogni degli anziani”.

GUARDA I VIDEO

Lascia un commento